Fibrillazione atriale sintomi, terapia e cause – farmaco e cura gas mask art

##########

La fibrillazione atriale può essere sporadica, abbastanza frequente oppure può diventare un problema cronico che dura per molti anni. Nel nostro Paese, secondo il “Progetto FAI: la Fibrillazione Atriale in Italia”, la condizione interessa oltre un milione di pazienti nella popolazione anziana, dati in linea con gli altri Paesi occidentali. Prognosi

Gli impulsi elettrici hanno origine in un gruppo specifico di cellule, detto nodo senoatriale. electricity voltage used in usa Il nodo senoatriale si trova nell’atrio destro. In un cuore sano di una persona adulta il nodo senoatriale emette un impulso per far iniziare un nuovo battito da 60 a 100 volte al minuto (il ritmo cardiaco può essere inferiore in caso di atleti molto allenati).

Nei pazienti che soffrono di fibrillazione atriale, l’impulso che dà origine al battito non parte dal nodo senoatriale, ma in una zona diversa degli atri o nelle vene polmonari immediatamente vicine. Gli impulsi elettrici non riescono a percorrere normalmente i tessuti e si diffondono negli atri in modo veloce e disorganizzato. Gli atri, quindi, iniziano a fibrillare.

Gli impulsi elettrici difettosi eccitano il nodo atrioventricolare, quindi anche i ventricoli iniziano a battere molto velocemente. Il nodo atrioventricolare, tuttavia, non è in grado di inviare gli impulsi ai ventricoli appena arrivano. electricity video ks2 Quindi, anche se i ventricoli battono più velocemente del normale, non battono mai così in fretta come gli atri.

Gli episodi di fibrillazione atriale possono essere di breve durata, con sintomi intermittenti che scompaiono spontaneamente, oppure possono essere cronici e richiedere una terapia. In alcuni casi la fibrillazione atriale è permanente e non si riesce a ripristinare la normale frequenza cardiaca nemmeno con i farmaci o con altre terapie. Cause

• Il rischio di soffrire di fibrillazione atriale aumenta con l’aumentare dell’età del paziente, soprattutto perché anche il rischio di patologie cardiache e altre patologie a monte è direttamente proporzionale all’età. La malattia interessa indicativamente il 3% dei soggetti nella fascia d’età 65-69 anni, fino a raggiungere il 16,1% nei soggetti con più di 85 anni. È invece molto rara tra i bambini.

Esistono anche altri fattori che possono aumentare la probabilità di soffrire di fibrillazione atriale, il rischio, ad esempio, aumenta quando si eccede con l’ alcol o ci si ubriaca. In alcuni pazienti può essere sufficiente anche una minima quantità di alcol. La fibrillazione atriale può inoltre essere provocata dalla caffeina o dallo stress psicologico.

Le ricerche indicano che i pazienti sottoposti a terapia con dosi massicce di cortisone presentano un rischio maggiore di soffrire di fibrillazione atriale. power outage houston txu Questo tipo di terapia è usata per l’ asma e per alcune patologie infiammatorie: può diventare un fattore scatenante in pazienti che presentano altri fattori di rischio per la fibrillazione atriale.

• Si ha una fibrillazione parossistica quando il cuore ritorna spontaneamente al ritmo normale. Chi soffri di questo tipo di fibrillazione atriale può manifestare episodi solo alcune volte all’anno, oppure i sintomi possono verificarsi tutti i giorni. I sintomi sono altamente imprevedibili e spesso si trasformano in una forma di disturbo permanente.

La fibrillazione atriale parossistica, con il passare del tempo, può diventare sempre più frequente e durare sempre più a lungo, trasformandosi in fibrillazione permanente o cronica. Tutti i tipi di fibrillazione atriale possono far aumentare il rischio di ictus. Anche se non avvertite alcun sintomo, il rischio di avere un ictus è cinque volte maggiore rispetto a chi non soffre di fibrillazione atriale. I sintomi dell’infarto sono diversi da quelli della fibrillazione atriale?

L’infarto è l’interruzione della circolazione diretta verso il cuore, spesso causata da un trombo o da una placca nell’arteria coronaria (il vaso sanguigno che trasporta il sangue verso una parte del muscolo cardiaco). gas under a dollar L’infarto può danneggiare o distruggere parte del muscolo cardiaco. In alcuni casi può essere così improvviso e intenso da non lasciare alcun dubbio sulla diagnosi, ma nella maggior parte dei casi, tuttavia, gli infarti iniziano lentamente, con un lieve dolore o fastidio. electricity merit badge pamphlet Chi ne è colpito non riesce a identificare la causa del malessere e aspetta troppo tempo prima di cercare aiuto. Chi soffre di fibrillazione atriale dovrebbe conoscere i sintomi dell’ictus

Se il coagulo si sposta e raggiunge il cervello, può causare un ictus. (Un coagulo che si forma in una parte dell’organismo e si sposta con il sangue circolante è detto embolo). La fibrillazione atriale aumenta quindi in maniera rilevante il rischio di sviluppare un ictus cerebrale, ma le terapie attualmente disponibili permettono una riduzione di tale rischio di oltre il 70% (fonte: Progetto FAI). Arresto cardiaco

L’ arresto cardiaco si verifica quando il cuore non è in grado di pompare tutto il sangue necessario all’organismo. La fibrillazione atriale può causare l’arresto cardiaco perché i ventricoli battono molto più in fretta del normale e non riescono a riempirsi completamente di sangue, quindi possono non essere in grado di pompare una quantità sufficiente di sangue nei polmoni e nell’organismo.

Durante l’elettrocardiogramma i medici posizionano gli elettrodi sul torace e sul corpo per registrare gli impulsi elettrici del cuore. electricity definition science La fibrillazione atriale può essere intermittente e quindi può non verificarsi durante l’elettrocardiogramma: il medico, quindi, può richiedervi di indossare un dispositivo per l’elettrocardiogramma portatile.

A seconda della condizione del paziente può essere tentato un altro intervento, detto ablazione trans catetere con radiofrequenza. Durante quest’intervento parte delle cellule responsabili dell’attività elettrica del cuore viene distrutta usando una lieve corrente elettrica. L’impulso elettrico viene somministrato usando un catetere che raggiunge il cuore attraverso i vasi sanguigni.

Se la cardioversione non ha successo il rischio di formazione di trombi all’interno del cuore aumenta considerevolmente. Vengono quindi somministrati farmaci anticoagulanti per cercare di diminuire il rischio di formazione di trombi. L’anticoagulante usato con maggior frequenza è il warfarin (Coumadin®), anche se negli ultimi anni sono apparsi sul mercato diverse alternative con costi superiori, ma un numero inferiore di effetti collaterali.

• Se dovete assumere farmaci, seguite scrupolosamente le istruzioni del medico. Fate attenzione se dovete assumere farmaci da banco, integratori alimentari e farmaci contro il raffreddore e l’allergia. Alcuni di questi prodotti contengono sostanze stimolanti, in grado di aumentare la frequenza cardiaca. Alcuni farmaci da banco possono inoltre avere pericolose interazioni con i medicinali per il controllo del ritmo cardiaco.

Gentile dottore, volevo sapere se in un cuore che è sempre stato sano (ho 25 anni, e l’ultima visita cardiologica fatta per semplice scrupolo risale a 2 anni fa, in cui era tutto ok) si può scatenare la fibrillazione attuale occasionale per ansia. Da un po di tempo ho episodi di circa mezz’ora e so per certo che si tratta di questo perché ho una macchina della pressione in casa che lo

Gentile dottore , sono un uomo di 39 anni sportivo, tre anni fa ho sostituito la valvola aortica con una protesi biologica .andava tutto bene, ma purtroppo ad agosto mi sono comparsi episodi di fibrillazione atriale, dopo un po di episodi sotto consiglio dei medici sono in lista per sottopormi all’ intervento di ablazione .vorrei chiederle se questo intervento potrebbe essere pericoloso per il fatto che io ho già subito la sostituzione valvolare e se dovrò cambiare stile di vita..grazie.

Un.anno fa ho avuto dolore,al petto e pressione 210/110…con.ambulanza mi mandano all ospedale,mi dicono cardiopatia ipertensiva,faccio prova da sforzo:positiva…coronografia…coronarie sane,periodicamente mi sento stringere al collo,mandibola e poi piano scende al petto e spalle,…prendo carvasin….pero’ il mio cardiologo mi dice che quando mi capita,andare all ospedale,ma io sono testarda xche’ poi mi passa,xo’ mi scatena,forte mal di testa,,, puo’ succedermi qualcosa???ma se mi.passa con carvasin xhe’ andare all ospedale?la ringrazio

sono un uomo di 64 anni,da 10 anni faccio corsa per 3 volte a settimana di 1 ora e un quarto ad uscita con totale di 33 Km, 8 mesi fa una mattina appena alzato mi sono accorto che il cuore mi batteva in gola in modo strano dopo aver misurato la pressione che era 140-80 sono andato al pronto soccorso e dopo un ora circa mentre facevo elettro cardigramma si e stabilizzato il cardiologo di turno mi prenoto la visita specialistica intanto mi dava 100mg di flecanide al giorno la visita fatta dopo 15 giorni mi dissero che era fibrillazione atriale parossistica intanto mi hanno tolto la capsula giornaliera per provare senza niente come andava passati un paio di mesi mi venne di nuovo cosi il medico mi ha prescritto ALMARITMY una compressa da 100mg meta’ la mattina e meta’ la sera poi dopo tre mesi ho messo l’olter per 24 ore dopo letto l’olter mi disse che c’erano state 2 extrasistole e che la compressa la dovevo prendere sempre pero’ dopo tre mesi una notte facendo un brutto sogno e specifico che proprio quella sera avevo dimenticato di prendere la meta’ comprssa si e’ ripetuta di nuovo per circa mezzora adesso il medico mi ha detto che la sera la compressa la debbo prendere intera che cosa ne penzate devo smettere di correre oppure posso il cardiologo mi ha detto di abbassare l’intensita’ grazie per la vostra risposta