Grindhouse – a prova di morte entrate yahoo answers electricity projects in pakistan

Quando si dice PEGGIORE si dà per scontato che sia BRUTTO, con peggiore… Boh sì, possiamo dire che sia un film """minore""" rispetto alla sua filmografia, ma resta un film bellissimo: di difetti grossi il film non ne ha, le uniche cose che mi hanno dato fastidio sono queste scene estremamente autocelebrative, tutte quelle in cui cita Kill Bill, cioè la scena in bianco e nero è totalmente inutile, non l’ho mai capita sinceramente, ho capito che voleva citate Kill Bill però boh, fallo meglio, ed è un problema che continua a trascinarsi purtroppo, tipo la scena di Django con Schultz che gli racconta la storia attorno al fuoco che omaggia palesemente quella di Kill Bill, peccato che la scena è lunga, non è bella come quella di Kill Bill ed è totalmente inutile, secondo me lo stesso Tarantino se n’è accorto infatti in The Hateful Eight i rimandi ai suoi film precedenti sono pochissimi e fatti benissimo stavolta. Tornando a Death Proof, davvero non so come cázzo si può definirlo brutto, come dice Frusciante "riesci a girarmela la scena dell’incidente? Quella delle due macchine che si schiantano a metà film, me la giri?", bisogna considerare anche il fatto che 1- è un film di serie B che omaggia la serie B, non è CINEMA ALTISSIMO magari ma paradossalmente risulta superiore alla maggior parte dei blockbuster che escono negli ultimi anni, 2- è stato girato senza particolare impegno, non è Kill Bill che ogni singola inquadratura è perfetta, studiata alla perfezione, Death Proof è un film che DEVE essere imperfetto, altrimenti non è più serie B

Il film, fondamentalmente non ha una trama, e senza i lunghissimi dialoghi (che non parlano di niente) sarebbe un cortometraggio di appena venti minuti. Inoltre si accenna soltanto in una scena al futile motivo della pazzia di Stuntman Mike (Kurt Russell), non convincendo per niente. Se non fosse un film di Tarantino, sarebbe passato del tutto inosservato, come, in parte è accaduto negli Stati Uniti. La prima ora è concentrata su un gruppo di ragazze, che vengono pedinate da un uomo misterioso, che finirà per ucciderle tutte, senza apparente motivo, usando la sua macchina "a prova di morte". Mesi dopo succede praticamente la stessa cosa ad un’altro gruppo di ragazze, che però, questa volta reagiscono, e riusciranno, dopo un lunghissimo inseguimento in macchina, a liberarsi dallo psicopatico. Si sa da sempre che Tarantino aveva un debole per i B-Movie anni 70, e infine ne ha realizzato un film con l’amico/compare Rodriguez(con il nome "grindhouse" si intendeva le sale dove si proiettavano due film per spettacolo), ma, il film di Rodriguez, Planet Terror, una molto splatter farsa sugli zombie, risulta più godibile, nonostante raccapriccianti particolari, di questo contorto film, sicuramente il più brutto del regista, molto lontano dal capolavoro che è stato "Kill Bill", e cercando di fare un film di serie B, lo fa di serie Z. Nonostante tutto, la regia viene colpita da piccoli colpi di genio, e omaggia anche i capolavori precedenti dello stesso Tarantino, con musiche (la suoneria di Abbey è una musica sentita in Kill Bill), inquadrature (quando le ragazze parlano al tavolo, è la stessa inquadratura della scena iniziale de "Le Iene) e altri, che per chi non è un fan di Tarantino, non può cogliere…ma dubito fortemente che dei non-fan di Tarantino siano andati a vedere questo film, fine a sé stesso, a tratti violento, e soprattutto senza un filo logico a legare gli eventi. L’unica consolazione, è sapere che due anni dopo, Quentin si sarebbe riscattato scrivendo e dirigendo il suo capolavoro: "Bastardi Senza Gloria".