Prospettivismo – wikipedia b games 2

##

In età moderna, con Montaigne, la scoperta del Nuovo Mondo ed i conseguenti problemi etici e antropologici portano a un orientamento prospettivistico del filosofare. In seguito, Leibniz ha sottolineato come una stessa città vista da diverse angolature appaia totalmente differente, pressoché moltiplicata prospettivamente. Usando le parole di Goethe: "Nella stessa città, un evento importante sarà raccontato, alla sera, diversamente che al mattino". [5] La necessaria prospetticità è stata oggetto del pensiero gnoseologico della corrente storica dell’ Illuminismo.

Il prospettivismo filosofico si riafferma con Emerson nel contesto pluralistico-democratico degli Stati Uniti negli anni precedenti la seconda rivoluzione industriale. La sua scia sarà seguita, ma con precisi intenti di restaurazione gerarchico-aristocratica, da Nietzsche.

Nel ‘900, Ortega y Gasset rilancia la difesa di un prospettivismo storico, ossia l’idea che esistano una serie di prospettive che si possono scoprire soltanto nel corso della storia. [1] Il prospettivismo secondo Nietzsche [ modifica | modifica wikitesto ]

Il filosofo Nietzsche afferma che tutte le intuizioni e le idee nascono da una particolare prospettiva. Questo significa che esistono molti possibili schemi concettuali, o prospettive in cui può essere fatto il giudizio della verità o del valore. Questo viene spesso portato implicitamente a dichiarare che non esiste un modo di vedere il mondo che sia "veritiero", ma non significa necessariamente che tutte le prospettive siano egualmente valide.

Il prospettivismo nicciano rinnega un oggettivismo di tipo metafisico come qualcosa di possibile e afferma che non ci sono valutazioni oggettive in grado di trascendere la formazione culturale o le designazioni soggettive. Questo significa che non ci sono fatti oggettivi e che non è possibile la comprensione o la conoscenza di una cosa in sé. Ciò divide quindi la verità da un singolo o particolare punto di vantaggio e significa che non esiste l’assolutismo gnoseologico o etico, portando alla costante rivalutazione o trasvalutazione dei valori (filosofici, scientifici ecc.) secondo le circostanze di prospettive individuali. La verità viene così formalizzata come una totalità generata dall’incorporazione di differenti punti di vantaggio tutti assieme.

Noi assumiamo sempre le prospettive dalle mancanze o dalle inadempienze, che ne siamo consapevoli o no, e i concetti individuali di esistenza vengono definiti dalle circostanze che circondano l’individuo. La verità viene fatta "da" e "per" l’individuo e la società. Il punto di vista di Nietzsche differisce enormemente dai vari tipi o correnti del relativismo, che considerano la verità di una particolare proposizione logica come qualcosa che complessivamente non può essere rivalutata con rispetto ad una "verità assoluta", senza tener conto della cultura e del contesto nel quale le prospettive nascono e si incrementano.

Ad esempio, pur riconoscendo diverse correnti di pensiero contemporanee come erronee o fuorvianti, Nietzsche ritiene che sia "fruttifero" esservici precedentemente riconosciuti, poiché si aggiunge ad una concezione efficace la prospettiva data dall’aver esplorato posizioni poi rinnegate.

La nascita della tragedia · Considerazioni inattuali ( Sull’utilità e il danno della storia per la vita) · Hymnus an das Leben · Umano, troppo umano · Aurora · La gaia scienza · Così parlò Zarathustra · Al di là del bene e del male · Genealogia della morale · Il caso Wagner · Il crepuscolo degli idoli · L’Anticristo · Ecce Homo · Ditirambi di Dioniso e Poesie Postume · Nietzsche contra Wagner · La volontà di potenza (postumo)

Affermazione nietzschiana · Amor fati · Comportamento del gregge · Dio è morto · Dizionarietto dei concetti di Nietzsche · Eterno ritorno · Letztemensch · Libero arbitrio · Moralità signore-servo · Prospettivismo · Pathos della distanza · Ressentiment · Spirito apollineo · Spirito dionisiaco · Trasvalutazione dei valori · Tschandala · Übermensch · Volontà di potenza · Welträtsel

Anarchismo e Friedrich Nietzsche · Biblioteca privata di Friedrich Nietzsche · Biglietti della follia · Esistenzialismo · Elisabeth Förster-Nietzsche · Influenza di Kierkegaard su Nietzsche · Influenza e fortuna del pensiero di Nietzsche · Mia sorella ed io · Nichilismo · Nietzsche-Archiv · Pensiero greco arcaico · Franz Overbeck · Arthur Schopenhauer · Tragedia greca · Richard Wagner